h1

Primo concorso idiotecaro!

15 giugno 2010

Vedete la scritta qui sopra? Guarda caso, risale a Bologna ’77… Ma siamo certi che noi contemporanei non siamo da meno! QUI nei commenti lanciamo ufficialmente il primo concorso idiotecaro di scritte sui muri / nei bagni / sotto i banchi / luoghi pubblici a caso!

Regole: 1) vale solo Bologna, con prevalenza di via Zamboni e dintorni

2) dichiarare sempre il luogo dove la scritta si trova

3) riportare fedelmente il testo (trascrivere va bene, fotografare meglio)

Ricchi premi e cotillon! Per gli uomini un bacio da Damiano, per le donne da Chiara Sgreccia!

Annunci

18 commenti

  1. Via Riva Reno, 104:
    COSA +
    CASO =
    CAOS


  2. Questa rischia di non valere, ma tant’è:
    “QUESTA è NEW YORK SPARTA”
    Viale Filopanti, su uno di quei cosi coi pannelli pubblicitari che scorrono


  3. SIAMO TUTTI/E DISOBBEDIENTI/E !!!

    Via delle Belle Arti


  4. LA PRODUZIONE MI APPAGA” via Barberia, poco prima del Poeti (c’entra anche con fabbrica!)


    • Questa la conosco e segnalo che mano anonima aggiunge “ri” davanti a “produzione”!


  5. “Pupi Avati conosce i retroscena e li svela sapientemente” modificato dall’aggiunta apocrifa di “CON IL RAGLIO”
    vicolo Posterla quasi all’angolo con strada Maggiore
    Dawit (questa arriva sul podio secondo me)


  6. “IO E TE PER SEMPRE” cui un’ignota mano aggiunge di fianco “CAZZATA!”
    via de’Chiari tra l’angolo di via Monticelli e l’aula absidale


  7. C’E’ CHI CONDIVIDE L’IDENTITA’
    AIUTO!

    Muro dell’hotel di fronte alla stazione °_°


  8. “Comunione e Liberazione non conosce l’erezione, le ragazze di Cielle sono piatte di mammelle” – Bagno maschile del 36


  9. “stop al caro droga”
    latrina degli uomini al 36 in fondo


  10. “oggi sono seguito da i phantasmi”
    via Zamboni, muro subito prima della cartoleria Pitagora venendo dalla Porta


    • E poco oltre c’è scritto: “ma chi ti credi di essere? un elephante?”


  11. “ORO A LORO, ALLORO A NOI” colonna di Via Petroni


  12. “Spezza un grissino, salverai un tonno” bacheca del 2° piano del 38


  13. “AUTONOMIA CONFLITTO RABBINI”

    dove l’ultima parola è stata modificata dall’originale “rabbia”: sempre 36, sottoscala


  14. “Il pene è un falso mito da sfatare” dentro il 2° bagno dei maschi al 36, sopra lo stipite


  15. “Compagni di mer(en)da”
    primo bagno degli uomini a sinistra al piano terra di San Giovanni in Monte


  16. “I vampiri esistono e vogliono la tua energia”
    aula II del 38, banco della seconda fila dall’alto, sulla sinistra entrando



I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: