h1

Ich lebe mein Leben in wachsenden Ringen

20 giugno 2010

Ich lebe mein Leben in wachsenden Ringen,

die sich über die Dinge ziehn.

Ich werde den letzen vielleicht nicht vollbringen,

aber versuchen will ich ihn.

Ich kreise um Gott, um den uralten Turm,

und ich kreise jahrtausendelang;

und ich weiß noch nicht: bin ich ein Falke, ein Sturm

oder ein großer Gesang.

Rainer Maria Rilke, dallo Stundenbuch (=Libro d’ore).

Qualche post fa è comparsa su questo blog, in modo estemporaneo, la figura di Lou-Andreas von Salomè. Altro grande esponente della cultura tedesca che si legò all’intellettuale russa fu Rainer Maria Rilke, il grande poeta simbolista. Finché non trovo un suo brano bellissimo che sto cercando (a 17 anni c’è chi esce, ascolta musica e si fidanza e chi legge cupi romanzi simbolisti: la tuttologia ha sempre un prezzo), vi beccate questa poesia come anticipazione.

[EDIT: mi dimenticavo la traduzione… però la musicalità dei versi va a farsi friggere, uffa! Imparate il tedesco!] “Vivo la mia vita in anelli crescenti, che si spingono sopra le cose. Forse non completerò l’ultimo, ma voglio tentarlo. Ruoto intorno al Sole, alla torre antichissima, e ruoto per millenni; e ancora non so: se io sia un falco, una tempesta, o un grande canto.”

Annunci

One comment

  1. […] paio di estratti dal “Diario” di Søren Aabye Kierkegaard (quel che leggevo a 17 anni, discorso già fatto): i nostri politicanti sono come i pronomi reciproci greci che mancano del nominativo, del […]



I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: