Posts Tagged ‘Facebook’

h1

L’ultimo sito di cui avrete bisogno.

9 febbraio 2011

Si chiama “Summon it!” (=evocalo!) e sta all’indirizzo http://summon.it

Praticamente è un servizio di ricerca online. A partire dalla home page, si può effettuare la ricerca della stessa stringa di testo sui motori di ricerca Google, Bing, Yahoo; sul sito della Apple, sui portali di condivisione e streaming video YouTubeVimeo, sul sito di photosharing Flickr, sulla comunità artistica deviantART,sul sito di LegaNerd (FUCK YEAH!), sulla en.Wiki (ma la Wiki italiana arriverà), su FaceBook, sul portale di microblogging  Twitter, su Tumblr, sul sito di acquisti Amazon.com (ancora non il .it), su eBay, nell’Internet Movie Database, al motore computazionale Wolfram Alpha, la radio/database musicale online Last.fm, sulla piattaforma di condivisione musicale Soundcloud e sul meta-torrent (nel senso che cerca su più torrent quel che volete scaricare) Torrentz.eu.

Traduco: praticamente è un aggregatore dei migliori e più utili siti per trovare musica, immagini, testi, siti, informazioni, comprare e/o scaricare cose. “Cosa volete di più dalla Garelli, il sangue?” [cit.]

screenshot della home

Ora, perché è immensamente utile, oltre che per i motivi suddetti? Perché funziona su tutti i browsers e su tutti dispositivi mobili, tutto in una pagina. Se Google dà una barca di risultati su qualunque cosa senza differenziarli in base al contenuto, Summon.it lo fa, perché di siti metacrawler (cioè che cercano nei motori di ricerca) è pieno il mondo (multiz.com, http://www.metacrawler.com, DogPile.com o il più figo duckduckgo.com). In due parole, è un sito-shortcut.

E poi è fatto è con licenza CreativeCommons ed è fatto dall’italiano Code2Works, il che non vuol dire nulla, però vabbè.

h1

Non chi resta che.

15 dicembre 2010

Dopo la giornata di ieri, su cui commentare alcunché è superfluo -per chi era a Roma, sappiamo cosa abbiamo visto e sentito; per gli altri: compratevi il manifesto di oggi che è l’unico che non sproloquia di black bloc (anche perché usarlo al plurale è sbagliato: IL black bloc = blocco nero, non I black bloc). Sembra dunque opportuno celebrare nel bene e nel male con la satira dell’ottimo blog collettivo Spinoza.it, che  ha pubblicato su Facebook delle foto commentate riferite agli scontri di ieri. Queste sono tre, per le altre basta cliccare sul link alla sua pagina Facebook

Ah, se non eravate mai stati su Spinoza, non siete nessuno, sappiatelo.

h1

Oggi mi sono alzato male, e tant’è.

7 agosto 2010

Niente di personale, ma ci sono di quelle giornate in cui ti svegli male e già dal primo mattino le cose iniziano ad andare storte. Dal momento che questo è il blog di una rivista che a partire dal nome vuole avere poco di serio,  mi comporto di conseguenza e vi beccate una serie di FAIL.

E già questa mi sembra renda l’idea. Dopodiché, un po’ di sana violenza:

Vaf***culo, fiori! Come ci si sente a essere presi a calci dritti in faccia?

Ancora, un paio di Poster Motivazionali, che sembrano essere diventati uno dei nuovi ‘internet memes‘ del momento.

"Perché mi sono alzato stamattina?"

Nonché:

"La Verità: è un'avventura, non un assioma. Una storia ancora da sviluppare, non un racconto già scritto. Il viaggio è quello che conta, non la destinazione. VERO?"

e per finire, cose che possono capitare quando aggiungi il tuo capo come amico su FB e ti lamenti del posto del lavoro:

E buona giornata, ovviamente.

  • Paola Locci, “Elogio del pessimismo : ovvero, istruzioni per vivere comunque bene”, Milano, FrancoAngeli, 2003
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: