Archive for marzo 2010

h1

Mi chico latino mira el dito en la Isla Bonita, olè

28 marzo 2010

Uno se despide insensiblemente de pequeñas cosas
Lo mismo que un árbol en tiempo de otoño
se queda sin hojas  …

Visto che a suo tempo Herr Direktor ci fece due co… ehm, una testa così, chi a suo tempo si fosse perso esta canciòn si faccia una cultura in tanghi argentini di malinconia. C’è pure tanto di esegesi (però bella) della Sosa alla fine… [oppure, se ha una vita, esca a farsi una birra] Olè!

h1

Cleenewerck de Crayencour

28 marzo 2010

L’amore è un castigo: veniamo puniti per il fatto di non essere riusciti a rimanere soli.

Marguerite Yourcenar, “Fuochi”

h1

21 marzo 2010

“Un pittore senza scrupoli, il quale, col pretesto di voler possedere una donna, la adesca nel suo studio e lì la dipinge.”
Karl Kraus

h1

Ma che, davero davero?!

17 marzo 2010

Mi stupisce assai che a nessuno sia ancora venuto in mente di caricare questo :

Video abbastanza assurdo da essere in linea con la canzone, tra l’altro…

h1

Critica formalista russa

15 marzo 2010

“Vi auguro felicità. Vi auguro inquietudine, sonni agitati. E sete di futuro. Arrivederci.”

-Viktor Borisovic Sklovskij,  ‘L’energia dell’errore’ (derivante da un’espressione di Lev N. Tolstoj)

h1

Considero valore

3 marzo 2010

Considero valore ogni forma di vita,

la neve, la fragola, la mosca.

Considero valore il regno minerale, l’assemblea delle stelle.

Considero valore il vino finchè dura il pasto,

un sorriso involontario, la stanchezza di chi non si e’ risparmiato,

due vecchi che si amano.

Considero valore quello che domani non varra’ piu’ niente,

e quello che oggi vale ancora poco.

Considero valore tutte le ferite.

Considero valore risparmiare acqua,

riparare un paio di scarpe,

tacere in tempo,

accorrere a un grido,

chiedere permesso prima di sedersi,

provare gratitudine senza ricordarsi di che.

Considero valore sapere in una stanza dov’e’ il nord,

qual’è il nome del vento che sta asciugando il bucato.

Considero valore il viaggio del vagabondo,

la clausura della monaca,

la pazienza del condannato, qualunque colpa sia.

Considero valore l’uso del verbo amare

e l’ipotesi che esista un creatore.

Molti di questi valori non ho conosciuto.

Erri de Luca, Opera sull’acqua e altre poesie, Einaudi (2002)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: