Posts Tagged ‘indie’

h1

«Copriamo la stagione che noi due capimmo soltanto poi»

4 febbraio 2011

Una bella canzone, un bel video.

Lui viene dai siciliani Albanopower, che fanno belle cose anche loro, e poi sceglie il nome di una fiaba siciliana di un ragazzino che nuotava tantissimo e poi diventava anche un pesce vero e mi ricordo dalle elementari come fosse ieri.

Stile dimesso, cantautoriale, pubblica un mini-LP dopo la presentazione di alcune tracce al premio Ciampi. Si ascolta e si scarica qui.

h1

Per ora noi la chiameremo catastrofe

6 dicembre 2010

Niente, solo per segnalare a chi se lo fosse perso il generatore automatico di testi del coinquilino di un redattore/suonatore, un po’ datato e monotono, ma di sicuro effetto -tanto più sicuro dopo il secondo album.

Stiamo ancora aspettando la festona a casa del redattore stesso per scroccare qualche paglia a The Power Plant Lights.

P.S. Come si recita nel disclaimer (“vascobrondi mi sta sul cazzo, e le sue canzoni mi fanno cagare“), l’idea del Gen.Aut. è nata dopo la lettura di questo articolo di PMTamburini; la cui terza frase, per dire, è

Perché ricordarmi quanto questo almeno apparentemente bravo ragazzo sia sopravvalutato da folle di giovani alternativi con inclinazioni emo che non ammetteranno mai?

 

P.P.S. Tweet di Bucknasty dell’altro giorno

Ho trovato una recensione positiva de Le Luci http://bit.ly/ePfHzR e poi ho trovato la foto di chi l’ha scrittahttp://mysp.ac/eYr9Sh #loal

h1

Il segreto di metà dei blog su Splinder

26 agosto 2010

O meglio: di metà dei blog su Splinder, di una parte consistente dei Fotolog, qualcosa come il 60% della roba postata su Flickr e continuare l’elenco sarebbe troppo lungo.

LOAL

Seriamente, qualcuno mi spiega perché e da quando si è deciso che spendere centinaia e centinaia di euri su obiettivi professionali che NON si sanno usare è considerato figo invece che da ritardati?

Comunque, non mi ricordo minimamente dove abbia trovato l’immagine, QUI c’è un’irenica ricerca su Tineye.com

[ah, comunque l’helvetica è e rimane una figata di font, a scanso di equivoci. QUI troverete un’applicazione dei più fondamentalisti per sostituire l’Helvetica al Comic Sans MS tutte le volte che lo troverete sul web. QUI abbiamo un vero e proprio documentario ben realizzato sulla nascita, gli usi e le caratterizzazioni del font; meco**ni! In ogni caso, tutti odiamo il Comic Sans e ne siamo orgogliosi]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: